Menu

Una stanza tutta per sè

18,90 17,95

«Per tutti questi secoli le donne hanno svolto la funzione di specchi, dotati della magia e deliziosa proprietà di riflettere la figura dell’uomo a grandezza doppia del naturale».

Un testo brillante, che ha posto l’attenzione su temi ancora estremamente attuali.

 

Condividi:

Descrizione

Uno tra i saggi narrativi a tema femminile più famosi, apprezzati e popolari, pubblicato per la prima volta il 24 ottobre del 1929. Un vero e proprio capolavoro di originalità e stile, tappezzato da audace e irriverente ironia e assolutamente rivoluzionario per la sua epoca. In una prosa tagliente e articolata, si affronta il tema femminile, declinandolo nelle sue più variegate sfaccettature: dalla creatività, alla dignità del lavoro intellettuale fino ad arrivare alla rivendicazione femminista dei diritti delle donne e della parità di genere.
Un testo brillante, che ha posto l’at
tenzione su temi ancora estremamente attuali.


Virginia Woolf nasce Londra nel 1882. Diventa ben presto scrittrice, insegnante, intellettuale ed editrice, nonché militante nei circoli delle Suffragette e parte integrante del gruppo di Bloomsbury.
Dopo
La Crociera e La Signora Dolloway scrive Gita al Faro, uno dei romanzi più belli dell’autrice. Femminista e ferma sostenitrice del diritto al voto femminile, Virginia muore suicida nel fiume Ouse il 28 marzo 1941, a seguito di una forte crisi depressiva.

La traduzione è a cura di Erika Pancani: dopo essersi specializzata seguendo il corso «Il traduttore per l’editoria» dell’Istituto Armando Curcio, esordisce con Una stanza tutta per sè.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una stanza tutta per sè”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Descrizione

Uno tra i saggi narrativi a tema femminile più famosi, apprezzati e popolari, pubblicato per la prima volta il 24 ottobre del 1929. Un vero e proprio capolavoro di originalità e stile, tappezzato da audace e irriverente ironia e assolutamente rivoluzionario per la sua epoca. In una prosa tagliente e articolata, si affronta il tema femminile, declinandolo nelle sue più variegate sfaccettature: dalla creatività, alla dignità del lavoro intellettuale fino ad arrivare alla rivendicazione femminista dei diritti delle donne e della parità di genere.
Un testo brillante, che ha posto l’at
tenzione su temi ancora estremamente attuali.


Virginia Woolf nasce Londra nel 1882. Diventa ben presto scrittrice, insegnante, intellettuale ed editrice, nonché militante nei circoli delle Suffragette e parte integrante del gruppo di Bloomsbury.
Dopo
La Crociera e La Signora Dolloway scrive Gita al Faro, uno dei romanzi più belli dell’autrice. Femminista e ferma sostenitrice del diritto al voto femminile, Virginia muore suicida nel fiume Ouse il 28 marzo 1941, a seguito di una forte crisi depressiva.

La traduzione è a cura di Erika Pancani: dopo essersi specializzata seguendo il corso «Il traduttore per l’editoria» dell’Istituto Armando Curcio, esordisce con Una stanza tutta per sè.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una stanza tutta per sè”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PRODOTTI CORRELATI

Curcio Store