Menu

L’isola che (non) c’è – next generation

32,00

Condividi:

Descrizione

 Nel mondo della comunicazione, strumento abile della conoscenza, vi è tanta “meta-ignoranza”da generare interi mondi paralleli di false verità. Non soltanto, quindi, oggi occorre fare i conti con l’illusoria sapienza, ma anche con una pseudo comunicazione di massa che, grazie ai social e al web language, distorce il significato del pensiero, rendendolo incomprensibile non solo a chi lo riceve ma, spesse volte, anche a chi lo emette.

————

Carmine D’Urso, è laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Universi-tà degli studi di Roma “La Sapienza”. Consegue poi Master in Comunicazione dell’Accademia Nazionale di Medicina e specializzazioni tra cui, la più recente, in Social Media Marketing. Ottiene, nel 1994 il tesserino da giornalista entrando a far parte dell’Ordine. Svolge l’attività di Capo Ufficio Stampa per importanti Enti e Organi governativi come la Camera dei Deputati, la Presidenza della Provincia di Roma e il Comune di Roma. Collabora con importanti testate giornalistiche car-tacee e televisive, come Il giornale d’Italia, Il Tempo, Il Corriere dello Sport, Sky. È Conduttore e Direttore Responsabile di Media Event, informazione365.net ed es-serewebradio.it, è inoltre docente presso numerosi istituti superiori e professore di Scrittura giornalistica per il corso di laurea Triennale in Mediazione linguistica in Editoria e marketing presso l’Istituto Armando Curcio.Pe l’Istituto Armando Curcio, marchio University Press, ha pubblicato nel 2022 il saggio Sociologia del giornalismo.

Informazioni aggiuntive

Anno

Autore

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’isola che (non) c’è – next generation”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Descrizione

 Nel mondo della comunicazione, strumento abile della conoscenza, vi è tanta “meta-ignoranza”da generare interi mondi paralleli di false verità. Non soltanto, quindi, oggi occorre fare i conti con l’illusoria sapienza, ma anche con una pseudo comunicazione di massa che, grazie ai social e al web language, distorce il significato del pensiero, rendendolo incomprensibile non solo a chi lo riceve ma, spesse volte, anche a chi lo emette.

————

Carmine D’Urso, è laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Universi-tà degli studi di Roma “La Sapienza”. Consegue poi Master in Comunicazione dell’Accademia Nazionale di Medicina e specializzazioni tra cui, la più recente, in Social Media Marketing. Ottiene, nel 1994 il tesserino da giornalista entrando a far parte dell’Ordine. Svolge l’attività di Capo Ufficio Stampa per importanti Enti e Organi governativi come la Camera dei Deputati, la Presidenza della Provincia di Roma e il Comune di Roma. Collabora con importanti testate giornalistiche car-tacee e televisive, come Il giornale d’Italia, Il Tempo, Il Corriere dello Sport, Sky. È Conduttore e Direttore Responsabile di Media Event, informazione365.net ed es-serewebradio.it, è inoltre docente presso numerosi istituti superiori e professore di Scrittura giornalistica per il corso di laurea Triennale in Mediazione linguistica in Editoria e marketing presso l’Istituto Armando Curcio.Pe l’Istituto Armando Curcio, marchio University Press, ha pubblicato nel 2022 il saggio Sociologia del giornalismo.

Informazioni aggiuntive

Anno

Autore

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’isola che (non) c’è – next generation”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PRODOTTI CORRELATI

Curcio Store