YUG, il ragazzo della foresta

12,90 12,26

Ho condotto la mia avventura da un capo all’altro dei cinque continenti e ho realizzato, uno dopo l’altro, tutti i sogni della mia infanzia.

40 disponibili

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Descrizione

Con oltre 650 mila copie vendute, Yug è il primo racconto di Guy de Larigaudie, tra i più avvincenti che il “Rover leggendario”, così soprannominato l’autore, abbia mai scritto. Apparso inizialmente sulla rivista Scout de France con il titolo Une aventure de Yug, il racconto è stato pubblicato per la prima volta nel 1933 dall’editore J. de Gigord e da allora ha conosciuto diverse edizioni. Il protagonista del racconto è Yug, un ragazzo adolescente vissuto in epoca preistorica, che ha perso la famiglia in seguito a un’inondazione e si trova solo nella giungla ad affrontare mille difficoltà. Il coraggio, la forza e lo spirito di avventura che contraddistinguono il giovane efebo in questa continua lotta per la sopravvivenza sembrano ereditati dal suo stesso autore, che pure aveva fatto della sua vita una grande avventura. A suggellare il forte legame tra autore e protagonista è la scelta di battezzare il suo eroe con il nome Yug, cioè Guy al contrario, da cui deriva il titolo dell’opera. Il racconto è un vero e proprio poema epico, una canzone di gesta in cui il giovane eroe deve dare continuamente prova di coraggio, immaginazione e creatività per soddisfare i propri fabbisogni vitali e la sua sete di scoperta. Il fil rouge dell’intera storia è dunque l’avventura e in ciascun capitolo, il lettore è chiamato a seguire l’eroe nelle sue avventure. Yug è il Robinson Crusoe di un’epoca lontana, desideroso di esplorare e capace di mettere l’immaginazione al servizio della sua sopravvivenza; un ragazzo dominato da una forza immensa ma, al tempo stesso, caratterizzato dalle debolezze e i sentimenti che accomunano da sempre gli adolescenti. Yug è un inno alla vita e alla scoperta, una lettura piacevole e ricca di spunti di riflessione, capace di coinvolgere un pubblico tanto giovane, quanto adulto.

AUTORE

Tra i principali autori dell’Otto-Novecento, accanto a Jules Verne con Viaggio al centro della Terra e Ventimila leghe sotto i mari, a Emilio Salgari con Il Corsaro nero e il ciclo indo-malese, a Robert Louis Stevenson con L’isola del tesoro e La freccia nera, e a Herman Melville con Moby Dick, si può tranquillamente annoverare Guy de Larigaudie. Scrittore e giornalista nonché convinto assertore degli ideali dello scautismo, cade colpito a morte nel ’40, nel corso di un combattimento ravvicinato con le armate tedesche; ancora oggi è un esempio di rettitudine ed eroismo. Le sue passioni, come l’avventura, la natura e i viaggi, rappresentano i temi principali delle sue numerose pubblicazioni, che si affermano in modo incisivo nel mercato editoriale francese durante il secolo scorso, ma più che le sue opere, a lasciare il segno è il suo messaggio spirituale. Il fine ultimo delle sue azioni infatti, si traduce sempre nella buona condotta morale e nell’attenzione verso il prossimo, punti cardine dello scautismo di cui si fece portatore durante tutto il suo percorso di vita

LA COLLANA

Dopo il successo di Viaggio al centro della Terra di Jules Verne e di Lo strano caso di Dr. Jeckyll e Mr. Hyde di R. L. Stevenson, l’Armando Curcio Editore continua ad offrire al pubblico più giovane i capolavori immortali della letteratura mondiale.

Informazioni aggiuntive

Autore

Formato

Pagine

ISBN

6 recensioni per YUG, il ragazzo della foresta

  1. Andreea Cristina Dudau

    “Ciò che non ti uccide ti fortifica”. Questo è il primo pensiero che si sprigiona nella mente di chi, come noi ragazzi dell’Armando Curcio Editore, è testimone di un un libro d’avventura come quello scritto dal grande scoutista francese Guy de Larigaudie. Grazie alla sua penna riesce a trasportare il lettore nei piú lontani dei passati, in territori preistorici a volte pericolosi ma soprattutto mai visti prima dall’uomo di allora; insieme a Yug, il giovane figlio della foresta, vivrete un’avvincente storia colma di scoperte, intemperie e momenti contrastati da amore e odio nei confronti della natura.

  2. Enrica Beccarisi

    In questo romanzo d’avventura per ragazzi, il rover leggendario Guy de Larigaudie, attraverso l’evoluzione fisica e spirituale del ragazzo della foresta, ci permette di “esplorare”: l’intraprendenza, il rispetto per la vita , la forza dell’intelligenza e l’amore per i doni della natura. Yug riesce a salvarsi grazie alla forza dei suoi ricordi, ai sogni dell’infanzia che cancellando la solitudine lo guidano inconsapevolmente verso il suo posto nel mondo.

  3. elena.sperduti

    Cosa succede quando un ragazzino di tredici anni si ritrova orfano ad affrontare le insidie della natura? Se quel ragazzino si chiama Yug, sicuramente non farà altro che darci prova del suo coraggio. Un eroe che, grazie alla sua creatività e alla sua voglia di scoperta e di conoscenza, ci catapulterà in un viaggio ricco di avventure mozzafiato. 
Un affascinante e travolgente romanzo per ragazzi, dove il suo autore, Guy de Larigaudie, tramanda tutta la sua passione per lo scautismo e la natura, riprendendo anche tematiche affrontate in opere di grande importanza come Robinson Crusoe.

  4. eli.sgavicchia

    Una storia singolare di forza, abilità e coraggio, in un’avvincente avventura preistorica. Yug è un eroe epico che lotta per la sopravvivenza. Affronta con coraggio i pericoli della foresta. La natura sarà per Yug maestra di vita nel suo viaggio per ritrovare il suo clan e il suo ingegno al servizio della sopravvivenza. Il romanzo di Guy De Larigaudie emoziona il lettore e lo accompagna passo dopo passo nel pericoloso, ma allo stesso tempo affascinate, mondo di Yug. Entusiasmante per i ragazzi e inatteso per gli adulti.

  5. v.berardinetti

    Yug è un adolescente, rimasto improvvisamente da solo, ad affrontare la vita ed i pericoli della foresta, in un’epoca lontanissima dalla nostra. Vive in un’ Europa molto diversa da quella che conosciamo, in cui la natura sembra farla da padrona e l’uomo deve essere in grado di cavarsela; proprio con gli elementi della Natura, l’uomo deve raggiungere una sorta di compromesso, imparando, come dice il Narratore, a leggere l’unico libro conosciuto all’epoca, il Libro della natura. E Yug, pur giovanissimo, apprende presto a relazionarsi con tale realtà, spinto da una curiosità vorace che gli consente di non abbattersi mai. Le sue avventure sono meravigliosamente pericolose, ma il suo spirito è sempre pronto a fronteggiarle con una tempra fuori dal comune. Yug affronta la solitudine, lo smarrimento dell’abbandono, e si lascia inizialmente andare a momenti di malinconia, ma la sua incredibile e inesauribile voglia di vivere lo spingono ad andare avanti, arrangiandosi con le pochissime cose che ha e attingendo alle sue conoscenze, derivate dal suo clan. Yug è un fine osservatore della natura che lo attornia, che è pronta a tendergli agguati con le sue creature selvagge ma anche a fornirgli riparo e protezione, linfa vitale per il suo bisogno di sopravvivere.

  6. serma947

    Crescere non è gioco da ragazzi. Ce lo spiega Yug, il protagonista delle avventure di questo libro. Solo, in una terra ostile, alla ricerca del suo clan. In questo momento, non appartiene veramente né alle terre selvagge della giungla né al mondo civilizzato dell’uomo. Proprio come in adolescenza, quando ci si distacca dal nucleo familiare per crearsi una propria identità e ci si ritrova catapultati nel mondo, alla ricerca di sé. Viaggiando insieme a lui scopriremo che ci si può meravigliare della realtà e di noi stessi.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Descrizione

Con oltre 650 mila copie vendute, Yug è il primo racconto di Guy de Larigaudie, tra i più avvincenti che il “Rover leggendario”, così soprannominato l’autore, abbia mai scritto. Apparso inizialmente sulla rivista Scout de France con il titolo Une aventure de Yug, il racconto è stato pubblicato per la prima volta nel 1933 dall’editore J. de Gigord e da allora ha conosciuto diverse edizioni. Il protagonista del racconto è Yug, un ragazzo adolescente vissuto in epoca preistorica, che ha perso la famiglia in seguito a un’inondazione e si trova solo nella giungla ad affrontare mille difficoltà. Il coraggio, la forza e lo spirito di avventura che contraddistinguono il giovane efebo in questa continua lotta per la sopravvivenza sembrano ereditati dal suo stesso autore, che pure aveva fatto della sua vita una grande avventura. A suggellare il forte legame tra autore e protagonista è la scelta di battezzare il suo eroe con il nome Yug, cioè Guy al contrario, da cui deriva il titolo dell’opera. Il racconto è un vero e proprio poema epico, una canzone di gesta in cui il giovane eroe deve dare continuamente prova di coraggio, immaginazione e creatività per soddisfare i propri fabbisogni vitali e la sua sete di scoperta. Il fil rouge dell’intera storia è dunque l’avventura e in ciascun capitolo, il lettore è chiamato a seguire l’eroe nelle sue avventure. Yug è il Robinson Crusoe di un’epoca lontana, desideroso di esplorare e capace di mettere l’immaginazione al servizio della sua sopravvivenza; un ragazzo dominato da una forza immensa ma, al tempo stesso, caratterizzato dalle debolezze e i sentimenti che accomunano da sempre gli adolescenti. Yug è un inno alla vita e alla scoperta, una lettura piacevole e ricca di spunti di riflessione, capace di coinvolgere un pubblico tanto giovane, quanto adulto.

AUTORE

Tra i principali autori dell’Otto-Novecento, accanto a Jules Verne con Viaggio al centro della Terra e Ventimila leghe sotto i mari, a Emilio Salgari con Il Corsaro nero e il ciclo indo-malese, a Robert Louis Stevenson con L’isola del tesoro e La freccia nera, e a Herman Melville con Moby Dick, si può tranquillamente annoverare Guy de Larigaudie. Scrittore e giornalista nonché convinto assertore degli ideali dello scautismo, cade colpito a morte nel ’40, nel corso di un combattimento ravvicinato con le armate tedesche; ancora oggi è un esempio di rettitudine ed eroismo. Le sue passioni, come l’avventura, la natura e i viaggi, rappresentano i temi principali delle sue numerose pubblicazioni, che si affermano in modo incisivo nel mercato editoriale francese durante il secolo scorso, ma più che le sue opere, a lasciare il segno è il suo messaggio spirituale. Il fine ultimo delle sue azioni infatti, si traduce sempre nella buona condotta morale e nell’attenzione verso il prossimo, punti cardine dello scautismo di cui si fece portatore durante tutto il suo percorso di vita

LA COLLANA

Dopo il successo di Viaggio al centro della Terra di Jules Verne e di Lo strano caso di Dr. Jeckyll e Mr. Hyde di R. L. Stevenson, l’Armando Curcio Editore continua ad offrire al pubblico più giovane i capolavori immortali della letteratura mondiale.

Informazioni aggiuntive

Autore

Formato

Pagine

ISBN

6 recensioni per YUG, il ragazzo della foresta

  1. Andreea Cristina Dudau

    “Ciò che non ti uccide ti fortifica”. Questo è il primo pensiero che si sprigiona nella mente di chi, come noi ragazzi dell’Armando Curcio Editore, è testimone di un un libro d’avventura come quello scritto dal grande scoutista francese Guy de Larigaudie. Grazie alla sua penna riesce a trasportare il lettore nei piú lontani dei passati, in territori preistorici a volte pericolosi ma soprattutto mai visti prima dall’uomo di allora; insieme a Yug, il giovane figlio della foresta, vivrete un’avvincente storia colma di scoperte, intemperie e momenti contrastati da amore e odio nei confronti della natura.

  2. Enrica Beccarisi

    In questo romanzo d’avventura per ragazzi, il rover leggendario Guy de Larigaudie, attraverso l’evoluzione fisica e spirituale del ragazzo della foresta, ci permette di “esplorare”: l’intraprendenza, il rispetto per la vita , la forza dell’intelligenza e l’amore per i doni della natura. Yug riesce a salvarsi grazie alla forza dei suoi ricordi, ai sogni dell’infanzia che cancellando la solitudine lo guidano inconsapevolmente verso il suo posto nel mondo.

  3. elena.sperduti

    Cosa succede quando un ragazzino di tredici anni si ritrova orfano ad affrontare le insidie della natura? Se quel ragazzino si chiama Yug, sicuramente non farà altro che darci prova del suo coraggio. Un eroe che, grazie alla sua creatività e alla sua voglia di scoperta e di conoscenza, ci catapulterà in un viaggio ricco di avventure mozzafiato. 
Un affascinante e travolgente romanzo per ragazzi, dove il suo autore, Guy de Larigaudie, tramanda tutta la sua passione per lo scautismo e la natura, riprendendo anche tematiche affrontate in opere di grande importanza come Robinson Crusoe.

  4. eli.sgavicchia

    Una storia singolare di forza, abilità e coraggio, in un’avvincente avventura preistorica. Yug è un eroe epico che lotta per la sopravvivenza. Affronta con coraggio i pericoli della foresta. La natura sarà per Yug maestra di vita nel suo viaggio per ritrovare il suo clan e il suo ingegno al servizio della sopravvivenza. Il romanzo di Guy De Larigaudie emoziona il lettore e lo accompagna passo dopo passo nel pericoloso, ma allo stesso tempo affascinate, mondo di Yug. Entusiasmante per i ragazzi e inatteso per gli adulti.

  5. v.berardinetti

    Yug è un adolescente, rimasto improvvisamente da solo, ad affrontare la vita ed i pericoli della foresta, in un’epoca lontanissima dalla nostra. Vive in un’ Europa molto diversa da quella che conosciamo, in cui la natura sembra farla da padrona e l’uomo deve essere in grado di cavarsela; proprio con gli elementi della Natura, l’uomo deve raggiungere una sorta di compromesso, imparando, come dice il Narratore, a leggere l’unico libro conosciuto all’epoca, il Libro della natura. E Yug, pur giovanissimo, apprende presto a relazionarsi con tale realtà, spinto da una curiosità vorace che gli consente di non abbattersi mai. Le sue avventure sono meravigliosamente pericolose, ma il suo spirito è sempre pronto a fronteggiarle con una tempra fuori dal comune. Yug affronta la solitudine, lo smarrimento dell’abbandono, e si lascia inizialmente andare a momenti di malinconia, ma la sua incredibile e inesauribile voglia di vivere lo spingono ad andare avanti, arrangiandosi con le pochissime cose che ha e attingendo alle sue conoscenze, derivate dal suo clan. Yug è un fine osservatore della natura che lo attornia, che è pronta a tendergli agguati con le sue creature selvagge ma anche a fornirgli riparo e protezione, linfa vitale per il suo bisogno di sopravvivere.

  6. serma947

    Crescere non è gioco da ragazzi. Ce lo spiega Yug, il protagonista delle avventure di questo libro. Solo, in una terra ostile, alla ricerca del suo clan. In questo momento, non appartiene veramente né alle terre selvagge della giungla né al mondo civilizzato dell’uomo. Proprio come in adolescenza, quando ci si distacca dal nucleo familiare per crearsi una propria identità e ci si ritrova catapultati nel mondo, alla ricerca di sé. Viaggiando insieme a lui scopriremo che ci si può meravigliare della realtà e di noi stessi.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PRODOTTI CORRELATI