Canne mozze

15,49

Una storia di vita dura e reale, con la quale Mario Leocata si è aggiudicato il 1° Premio Nabokov 2012 per la sezione narrativa.

1000 disponibili

COD 021A Categorie , ,

Condividi:

Descrizione

Omicidi, traffici illeciti, violenze e abusi. Un romanzo crudo e brutale, perché cruda e brutale è la realtà sociale che rappresenta. La vicenda di Canne mozze parte da una storia vera, quella di un ragazzo calabrese scappato di casa a 14 anni per sfuggire al clima funesto del suo paese. Da questo episodio si sviluppa un intreccio di vicende cariche di violenza, sopraffazione, sangue e turbinose passioni sentimentali di sei famiglie di Vaco, la cui faida, che ha inizio dai primi anni del Novecento, arriva fino ai nostri giorni. Il ritmo serrato e la struttura narrativa perfetta rendono totale il coinvolgimento del lettore soprattutto per quello che sarà l’ultimo, drammatico scontro tra i personaggi della ‘ndrangheta, i due protagonisti, il Sisde, i partiti politici, i rappresentanti del Clero e la massoneria.

Mario Leocata è uno scrittore, romano di adozione, noto ai lettori per il grande successo avuto con La Tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa! (Edierre, 1977), da cui è strato tratto l’omonimo film, Remi (Mondadori, 1979), Super Goldrake (Walk Over, 1979) e Mazinga Z (Salani, 1979). Del 1987 è Il Segreto del Sahara (Nuova Eri), da cui è stato tratto l’omonimo film TV su RaiUno. Nel 1993 pubblica Sahara Terzo Millennio (Fanucci), nel 2003 Iesu rebus (Koinè) e nel 2005 Alla ricerca delle Arche (Koinè). Attualmente scrive per «Il Tempo» di Roma, collabora con Rai International e Rai Notte per la stesura di programmi quale esperto letterario e di arti figurative.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

Formato

ISBN

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Canne mozze”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Descrizione

Omicidi, traffici illeciti, violenze e abusi. Un romanzo crudo e brutale, perché cruda e brutale è la realtà sociale che rappresenta. La vicenda di Canne mozze parte da una storia vera, quella di un ragazzo calabrese scappato di casa a 14 anni per sfuggire al clima funesto del suo paese. Da questo episodio si sviluppa un intreccio di vicende cariche di violenza, sopraffazione, sangue e turbinose passioni sentimentali di sei famiglie di Vaco, la cui faida, che ha inizio dai primi anni del Novecento, arriva fino ai nostri giorni. Il ritmo serrato e la struttura narrativa perfetta rendono totale il coinvolgimento del lettore soprattutto per quello che sarà l’ultimo, drammatico scontro tra i personaggi della ‘ndrangheta, i due protagonisti, il Sisde, i partiti politici, i rappresentanti del Clero e la massoneria.

Mario Leocata è uno scrittore, romano di adozione, noto ai lettori per il grande successo avuto con La Tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa! (Edierre, 1977), da cui è strato tratto l’omonimo film, Remi (Mondadori, 1979), Super Goldrake (Walk Over, 1979) e Mazinga Z (Salani, 1979). Del 1987 è Il Segreto del Sahara (Nuova Eri), da cui è stato tratto l’omonimo film TV su RaiUno. Nel 1993 pubblica Sahara Terzo Millennio (Fanucci), nel 2003 Iesu rebus (Koinè) e nel 2005 Alla ricerca delle Arche (Koinè). Attualmente scrive per «Il Tempo» di Roma, collabora con Rai International e Rai Notte per la stesura di programmi quale esperto letterario e di arti figurative.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

Formato

ISBN

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Canne mozze”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PRODOTTI CORRELATI