Ritratti. Chi sono io al punto in cui sono

12,90 10,96

Tre viaggi nel tempo, unici e indispensabili. Tre racconti così diversi e così simili fra loro. Un elemento immaginifico quale strumento d’indagine per sondare le proprie potenzialità e renderle attuabili.

9 disponibili

Condividi:

Descrizione

Tre racconti. Tre personaggi così diversi tra loro: Rodolfo, Clitemnestra e Yeiaiel. Quale filo conduttore li lega? Perché racchiuderli in un’unica raccolta? Forse perché tutti e tre rappresentano il frutto di un’evocazione. Ed è nell’atto di evocare che la parte più intima dell’uomo-scrittore dà corpo all’immagine: ora sotto la forma di un amore impossibile, ora re-interpretando il mito di Clitemnestra e infine immaginando, nel racconto autobiografico, un dialogo con il proprio angelo custode Yeiaiel – alter ego di se stesso – per rivisitare, senza finzioni e senza maschere, il proprio vissuto. In ogni racconto emerge con forza prepotente la speranza che, non interrompendo il dialogo intimo con se stessi, la vita possa acquistare sempre e ad ogni età il senso che noi vogliamo darle.

Duccio Romeo, nato a Siena nel 1935, è un insegnante in pensione di Lingue e Letterature Straniere. Formatosi all’Università di Venezia, ha sempre avuto una grande passione per la musica lirica, il teatro – da quello greco a quello pirandelliano – l’arte, l’archeologia e la storia. Durante gli anni dell’insegnamento ha messo in scena tre spettacoli in lingua inglese (Shakespeare e Wilde) riscuotendo un ampio successo in ambito accademico nonché una menzione speciale dall’ambasciatore inglese a Roma. Sin da giovane si è cimentato nella scrittura, componendo sia poesie che racconti brevi, tra cui quelli contenuti in questa raccolta. La sobria ed elegante ambientazione storica, curata nei minimi dettagli, e il ritmo serrato della scrittura, costituiscono il punto di forza della capacità narrativa ed introspettiva del nostro autore.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

Formato

ISBN

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ritratti. Chi sono io al punto in cui sono”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Descrizione

Tre racconti. Tre personaggi così diversi tra loro: Rodolfo, Clitemnestra e Yeiaiel. Quale filo conduttore li lega? Perché racchiuderli in un’unica raccolta? Forse perché tutti e tre rappresentano il frutto di un’evocazione. Ed è nell’atto di evocare che la parte più intima dell’uomo-scrittore dà corpo all’immagine: ora sotto la forma di un amore impossibile, ora re-interpretando il mito di Clitemnestra e infine immaginando, nel racconto autobiografico, un dialogo con il proprio angelo custode Yeiaiel – alter ego di se stesso – per rivisitare, senza finzioni e senza maschere, il proprio vissuto. In ogni racconto emerge con forza prepotente la speranza che, non interrompendo il dialogo intimo con se stessi, la vita possa acquistare sempre e ad ogni età il senso che noi vogliamo darle.

Duccio Romeo, nato a Siena nel 1935, è un insegnante in pensione di Lingue e Letterature Straniere. Formatosi all’Università di Venezia, ha sempre avuto una grande passione per la musica lirica, il teatro – da quello greco a quello pirandelliano – l’arte, l’archeologia e la storia. Durante gli anni dell’insegnamento ha messo in scena tre spettacoli in lingua inglese (Shakespeare e Wilde) riscuotendo un ampio successo in ambito accademico nonché una menzione speciale dall’ambasciatore inglese a Roma. Sin da giovane si è cimentato nella scrittura, componendo sia poesie che racconti brevi, tra cui quelli contenuti in questa raccolta. La sobria ed elegante ambientazione storica, curata nei minimi dettagli, e il ritmo serrato della scrittura, costituiscono il punto di forza della capacità narrativa ed introspettiva del nostro autore.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

Formato

ISBN

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ritratti. Chi sono io al punto in cui sono”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PRODOTTI CORRELATI